Promo Immobiliare DOMANDE FREQUENTI

  1. Come fare per fissare un appuntamento con la Vostra Agenzia per la visita di un immobile in Toscana?

    Prima parleremo con Voi per capire meglio le vostre esigenze e poter organizzare al meglio il tempo ed il modo per arrivare nella zona da Voi prescelta. Sarà ns. cura proporVi ora e luogo di incontro con i nostri Agenti. Stabilito quanto detto sopra, potremo anche consigliarVi modalità di viaggio ed eventuali possibilità di soggiorno in Toscana.


  2. Quali sono i costi aggiuntivi che dovrò corrispondere per l’acquisto di un immobile in Casentino/Toscana?

    Oltre il prezzo convenuto si dovranno pagare la notula professionale del Notaio, le tasse sull’acquisto dovute allo Stato Italiano che attualmente sono 3% acquisto per Prima casa o 4% di IVA se si acquista da un Costruttore. Per la seconda casa l’imposta è del 11% o del 10% IVA se si acquista da un Costruttore. Sono dovute inoltre le provvigioni per l’intermediazione pari al 2% o 3% a seconda delle Tariffe Provinciali Toscane. Ulteriori spese sono dovute se l’immobile viene acquistato con mutuo ipotecario.


  3. Quali sono le procedure da seguire per l’eventuale acquisto di una casa in Toscana?

    a)-Proposta di Acquisto;
    b)-Preliminare di Compravendita;
    c)-Atto Definitivo Notarile.

    a) La Proposta d’Acquisto è l’impegno formale ad acquistare, ad un determinato prezzo, che se verrà accettata dal Venditore è irrevocabile.
    b) Il Preliminare è una scrittura privata che ha valore a norma del Codice Civile italiano, con l’obbligo recentemente stabilito dalla Legge di registrazione ed è da intendersi un vero e proprio atto pubblico nel quale è riportata la descrizione catastale ed urbanistica dell’immobile, prezzo, modalità di pagamento, consegna dell’immobile e data di stipula dell’Atto Notarile di compravendita.
    c) L’Atto Definitivo di compravendita in Italia è redatto dal Notaio (Pubblico Ufficiale ) che garantisce la legalità del trasferimento e la relativa trascrizione negli Uffici competenti. Tale Atto in Italia è l’unico modo probante dell’ effettivo trasferimento di proprietà.


  4. Esiste una regola scritta che stabilisce l’ammontare del deposito a titolo di caparra da corrispondere al Venditore?

    No, non esiste regola scritta ma comunemente viene convenuta fra le Parti.


  5. È necessario od obbligatorio firmare un contratto Preliminare?

    No, non è obbligatorio potendo passare direttamente dalla Proposta di Acquisto all’Atto Notarile.


  6. Una volta sottoscritta una Proposta d’Acquisto ed accettata, od un Atto Preliminare, si può recedere?

    Si, si può recedere sapendo che si perdono eventuali somme versate a titolo di caparra ed anticipo di pagamento.


  7. Il Venditore può rinunciare alla Vendita dopo la sottoscrizione di un Preliminare?

    Si, pagando alla parte Acquirente una somma pari al doppio di quanto ricevuto come acconto oltre, a possibili danni o spese sostenute dall’Acquirente stesso.


  8. Quanto tempo ci vuole per acquistare un immobile in Toscana/Italia?

    Dall’offerta al completamento della vendita possono passare non più di 3/4 settimane salvo difficoltà burocratiche.


  9. È sicuro la formalizzazione ufficiale dell’Acquisto in Italia?

    Si, se tutte le procedure vengono effettuate da Professionisti iscritti all’Albo ed abilitati a svolgere gli adempimenti e le verifiche preventive e necessarie (Agenti Immobiliari Professionisti, Geometri, Ingegneri, Architetti, Notai, ecc. )


  10. È indispensabile la presenza della Parte Acquirente al momento della vendita?

    Normalmente si. Si può evitare la presenza se si provvede mediante Delega a terza persona, ufficializzata da un Notaio in Italia o simile nella Nazione di appartenenza.


  11. Diventando proprietario di un immobile in Toscana/Italia che Tasse devo pagarci?

    Esiste un Imposta Comunale sugli Immobili regolata dal Comune di competenza, che si paga in base al valore fiscale (determinato dal Catasto, in base alle dimensioni, posizione, tipologia, etcc.) esclusivamente nel caso di 2° Casa. Il Valore Catastale di cui sopra va sommato al Reddito personale (IRPEF). Per 2° Casa si intende l’immobile dove non si risiede abitualmente.


  12. Se acquisto un immobile come 1° Casa quali requisiti necessitano?

    Occorre che entro 18 MESI dall’Atto Notarile di acquisto vi sia presa la residenza e non si possieda altra proprietà ad uso abitativo, nello stesso Comune ed in tutto il territorio Italiano.


  13. Dopo quanto tempo posso rivendere l’immobile acquistato?

    In qualsiasi momento, fermo restando che se l’immobile viene venduto nei primi 5 (cinque) anni successivi, si dovrà pagare una Tassa sulla differenza scaturita dal prezzo di Acquisto e quello di Vendita. Nel caso di 1° Casa nello stesso periodo dovrà essere corrisposta la differenza fra la tassazione pagata (3% o 4% ) e l’imposta normale (10% o 11% ).


  14. A chi mi devo rivolgere per sapere se l’Agente Immobiliare che ho scelto è un vero Professionista?

    Assicurarsi sempre che esso sia regolarmente iscritto all’Albo Agenti della Camera di Commercio della Provincia di dove l’Agente è residente.